Ordinati per: Minorca

Le più belle spiagge di Minorca

Delle isole Baleari, Minorca è, insieme a Formentera, la meno frequentata dalle grandi masse di viaggiatori. La vocazione turistica è senz'altro molto forte, però sembra convivere senza troppi problemi con la volontà di preservare correttamente lo status di Riserva della Biosfera giustamente conferito all'isola dall'UNESCO nel 1993.

La natura la fa qui da padrona. Oltre al famoso ed imperdibile Parco Naturale dell'Albufera, troverete spazi incontaminati in ogni angolo del (ridotto) territorio dell'isola, e soprattutto molte delle sue splendide spiagge, spesso nascoste all'interno di zone naturali protette, sono raggiungibili solo dopo una passeggiata dal più vicino parcheggio, garanzia di scarso affollamento ed un minimo di rispetto della flora e fauna locale. Ecco una breve guida ad alcune delle spiagge più suggestive.

Cala Turqueta

La costa nord-occidentale dell'isola è probabilmente la più spettacolare e scenografica, grazie all'irregolare conformazione rocciosa del litorale ed alla natura tipicamente mediterranea che lo circonda, elementi che si uniscono per dare origine a calette uniche, caratterizzate da colori incredibili, acque sempre limpidissime e un'atmosfera particolare, che in qualche modo riesce ad ispirare totale libertà.

Cala Turqueta è la prima del gruppo delle spiagge più famose e fotografate dell'isola che si incontra spostandosi appena a sud di Ciutadella. La spiaggia si trova ad una decina di chilometri in linea d'aria della città, ed è comodamente raggiungibile in auto arrivando fino a Cala Galdana per poi proseguire verso nord a piedi, o dirigendosi verso San Joan de Misa per poi proseguire verso la costa lungo una tranquilla strada provinciale (e percorrendo poi a piedi le ultime centinaia di metri).

La spiaggia non è particolarmente ampia, ed a causa della notorietà può spesso risultare affollata. I servizi sono scarsi; a parte il servizio di soccorso, vicino all'arenile troverete dei bagni, e nel parcheggio un piccolo bar.

Cala Macarella e Cala Macarelleta

Si tratta probabilmente delle spiagge più famose di Minorca, situate a poche centinaia di metri ad est di Cala Turqueta e raggiungibili come quest'ultima dirigendosi verso sud da Ciutadella seguendo le indicazioni per San Joan de Misa.

Le spiagge si trovano al fondo dei due rami di un'insenatura che si inoltra per poche decine di metri nella costa. Sono collegate da uno spettacolare sentiero che regala una fantastica vista sulle acque turchesi che le caratterizzano. La passeggiata è altamente raccomandabile; non dimenticatevi la macchina fotografica e, se potete, delle calzature diverse dai semplici infradito.

Cala Mitjana e Cala Mitjaneta

Tra le spiagge più belle dell'isola, queste due incredibili cale si trovano all'interno di un'area naturale sulla costa occidentale di Minorca, ad una ventina di km a sud di Ciutadella.

Sabbia bianca e finissima, acqua trasparente, scogliere suggestive e le pinete a fare da cornice...assolutamente da non perdere! Per raggiungerle si può lasciare la macchina sulla strada che porta a Cala Galdana, per poi proseguire a piedi all'interno del bosco mediterraneo (punteggiato da resti archeologici) che scende verso il mare. E' presente anche un piccolo (ed affollato!) parcheggio a pagamento, situato a 10 metri dall'arenile.

Le due cale si trovano a pochissimi metri di distanza, tanto che è possibile passare dall'una all'altra nuotando. Se non siete fanatici dell'attività fisica, non vi rimane quindi che intraprendere la breve passeggiata che le collega, e che tra l'altro permette di godere di un panorama unico su entrambe. Da segnalare la completa assenza di servizi.

Trebaluger

Raggiungibile solamente a piedi da Cala Mitjana, percorrendo per una mezz'oretta il piacevole sentiero che attraversa il bosco sulle alte scogliere del litorale a sud di quest'ultima. Se avete intenzione di visitarla, vi consiglio di portare con voi delle calzature, bibite e provviste; vale la pena passare qui la giornata, però i servizi sono completamente assenti.

Si tratta di una bella ed ampia caletta, frequentata (come molte spiagge di Minorca) sia da bagnanti tradizionali che da nudisti. Non raggiunge mai alti livelli di affollamento, e come per Cala Macarella, anche qui è possibile ormeggiare imbarcazioni.

Cala Tortuga

Cala Tortuga si trova all'interno del Parco Naturale dell'Albufera, una preziosa zona umida situata sulla costa orientale dell'isola, rifugio di numerose specie di uccelli ed anfibi. Questo tratto di costa offre un panorama diverso da quello del litorale occidentale, caratterizzato da rocce scure e bassa vegetazione.

Il parco si raggiunge percorrendo la strada Mahon-Fornells e prendendo l'uscita per il Capo di Favaritx. Una volta raggiunto il faro, si può lasciare la macchina lungo la strada per imboccare uno dei sentieri che percorrono il parco.

Le indicazioni vi porteranno in circa 15 minuti di cammino verso una serie di spiagge poco affollate e calette rocciose che vale la pena esplorare, circondate da bassi arbusti ed avvolte da un silenzio rotto solo dal suono delle onde. L'acqua cristallina, la tranquillità e lo splendido paesaggio sono davvero imperdibili.

La spiaggia non è mai affollata, ed ospita sia nudisti che bagnanti tradizionali. Non sono presenti servizi di alcun tipo, salvo quello (estemporaneo, imprevedibile ed apprezzatissimo) offerto da ambulanti che vendono bibite fresche camminando lungo la spiaggia.

Sa Mesquida

Situata circa 10 km a nord di Mahon, il capoluogo dell'isola e principale porto d'attracco dei traghetti provenienti da Barcellona e dalle altre isole dell'arcipelago, Sa Mequida è una delle spiagge preferite dai locali, che arrivano qui anche a piedi dalla città soprattutto durante il finesettimana.

Per raggiungerla dal centro bastano meno di dieci minuti d'auto in direzione nord-est. Appena superato un bellissimo borgo di pescatori, troverete un piccolo parcheggio gratuito dove lasciare la macchina e proseguire a piedi l'ultimo centinaio di metri verso questa suggestiva spiaggia situata all'interno di una piccola baia circondata da scogliere e pareti rocciose. Sono presenti servizi di salvataggio ed un piccolo chiosco con bibite e gelati.

Binidalì 

Una spettacolare caletta incastrata in fondo uno stretto passaggio scavato dal mare nelle rocce scure della costa sud-ovest dell'isola.

Si trova all'interno di una piccola urbanizzazione raggiungibile in una ventina di minuti da Mahon, a poca distanza dall'aeroporto. I servizi (bar, ristoranti, ecc.) sono scarsi, però il contrasto dei colori, l'incredibile tranquillità e la trasparenza dell'acqua sono uno spettacolo davvero unico e imperdibile.

A poca distanza si trova il paesino di Sant Climent, perfetto se cercate un assaggio della vera gastronomia isolana dopo una giornata di mare. Non aspettatevi però troppo movimento; come molte località di Minorca, anche qui regnano incontrastati il silenzio e la tranquillità.

Un ultimo consiglio. L'auto (circa 200 euro alla settimana per l'affitto di un'utilitaria) è probabilmente il mezzo migliore per andare alla scoperta delle spiagge dell'isola (Minorca è lunga poco più di 30 km); ma anche barca e canoa garantiscono totale libertà, accesso alle calette più isolate e panorami meravigliosi. In tutti i principali centri turistici sono disponibili noleggi nautici ed escursioni organizzate in kayak e canoa (per quest'ultimi, i prezzi di un'escursione guidata di mezza giornata oscillano tra i 30 ed i 60 euro).

 


View Le più belle spiagge di Minorca in a larger map


Condividi questo articolo

Commenti

X
Vinci un buono regalo da 750€!
Iscriviti alla nostra newsletter, avrai l'opportunità di vincere un buono sconto di 750€ per il tuo prossimo soggiorno in Spagna. Scegli tra più di 7500 case vacanze!

 Vinci un buono regalo da 750€!